DIvorzio Breve - Avv. Stefania Cita

Dal 26 maggio del 2015 è possibile separarsi e divorziare in tempi nettamente più brevi rispetto ai 3 anni richiesti in passato.
Sono stati necessari 30 anni per arrivare a ridurre i tempi di divorzio a un anno o a sei mesi, in base ai casi ed alla situazione familiare.
Il divorzio con la legge 55/2015 può avvenire in sedi e modalità diverse. Le stesse hanno un aspetto fondamentale che in parte può dirsi in comune, che è quello di rivolgersi a un avvocato. Nella formula classica si parla di divorzio giudiziale e divorzio consensuale.
Il divorzio giudiziale è quello che vede la coppia comparire davanti al giudice espandendo le proprie ragioni di dissenso in relazione alla volontà di porre fine al matrimonio. In questo caso ci vorrà un anno dalla separazione per poter chiedere il divorzio, in riferimento al fatto che uno dei due coniugi non è d'accordo a concedere il divorzio, non è presente il giorno della convocazione o comunque si disinteressa totalmente della richiesta stessa di divorzio.Si dice "giudiziale" in quanto il procedimento, nonostante si complichi ulteriormente, va avanti anche senza il consenso di uno dei coniugi.
Per quanto riguarda il divorzio consensuale, questo vede i due coniugi in accordo e richiede solo SEI mesi dalla separazione per poterlo richiedere.
La cessazione della comunione dei beni
La legge sul divorzio breve ha anche introdotto la novità riguardante la cessazione della comunione dei beni in tempi altrettanto brevi.
Fino al 2015 questa si otteneva con la sentenza di separazione passata in giudicato, mentre oggi è valida a partire dalla prima udienza di comparizione. Il momento preciso dal quale i coniugi non vivono più in comunione dei beni è quando il Presidente del Tribunale darà loro il consenso di vivere in abitazioni diverse. 
Il divorzio breve in comune
Il divorzio breve può avvenire anche nel comune dove è stato celebrato il matrimonio, davanti al sindaco o a un funzionario facente funzioni o delegato per l'occasione.
In questo caso non è necessario eleggere un legale rappresentante per nessuno dei 2 coniugi.
I coniugi possono cambiare le condizioni del divorzio, separarsi e divorziare dichiarandolo davanti al sindaco e firmando gli atti correlati.
Questa forma di divorzio breve è possibile però soltanto in casi particolari.
La coppia non deve avere figli minori, che siano affetti da handicap, o che siano comunque non autosufficienti economicamente anche se maggiorenni e che risultano a tutti gli effetti appartenenti al nucleo familiare e quindi presenti sullo stato di famiglia. Non è possibile neppure nel caso i figli, maggiorenni o minorenni, abbiano bisogno di tutela.
Nel caso in cui queste condizioni di impedimento non sussistano, il divorzio davanti al sindaco sarà effettivo dopo 6 mesi dalla firma, senza la presenza degli avvocati o una sentenza davanti al Presidente del Tribunale.
La negoziazione assistita
La negoziazione assistita è stata introdotta nel 2014 dal governo Renzi, per alleggerire i processi civili ancora in corso e quelli futuri che potevano gravare ulteriormente sulla situazione già precaria dei tribunali, che non riescono a smaltire la cause.
La negoziazione assistita è una forma di conciliazione per mettere d'accordo le parti senza comparire davanti al giudice.
Ognuno dei due coniugi dovrà avere un legale diverso al quale affiderà eventuale mandato ed il tempo necessario per completare la pratica è di circa dieci giorni. Nel caso del divorzio o separazione, i coniugi eleggeranno i rispettivi legali e si incontreranno previo appuntamento da loro accompagnati. Durante questo incontro dovranno discutere delle loro problematiche, cercando di risolvere nel modo che sia gradito a entrambi, con l'aiuto della mediazione degli avvocati. Se la negoziazione assistita ha successo, i coniugi possono continuare sulla strada del divorzio breve consensuale, mentre se questa fallisce si procede con il divorzio giudiziale.


AVV. STEFANIA CITA C.SO SAVONA N. 10-MONCALIERI-TO.
 NUMERO VERDE - 800.030.198 |e-mail stefaniacita@libero.it  



Divorzio Breve, Divorzio Breve e Negoziazione Assistita, Divorzio Veloce, Divorzio Breve Congiunto e Giudiziale, Divorzio in 6 mesi, Divorzio in 12 mesi, Riforma Legge Divorzio, Divorzio senza Avvocato, procedure di Divorzio, Ricorso per Divorzio, Ricorso per cessazione degli effetti civili del matrimonio, Ricorso per scioglimento del matrimonio, Divorzio dopo Separazione, pratiche di Separazione e Divorzio, come divorziare velocemte, Lettera per Divorzio, Separazione dei beni e Divorzio, Comunione e Separazione dei beni, come funziona il Divorzio Breve,Divorzio rapido, Divorzio facile, Divorzio in Italia, Divorzio sentenza, Omologa di Separazione, Documenti per Divorzio, Tempi per Divorzio e Separazione, Costi per Divorzio e Separazione, Separazione con addebito, Divorio senza figli, pensione reversibilità e Divorzio, Tfr coniuge separato, Divorzio e Separazione per tradimento, Accordo di Separazione e Divorzio, Separazione dei beni e Divorzio, separati in casa, Divorzio Gudiziale dopo Separazione Consensuale,  Divorzio Giudiziale tempi,costo Divorzio Giudiziale, Genitori separati, diritti padri separati, assegni familiari genitori separati, quanto costa separarsi, quanto costa divorziare